Il 27 maggio la giornata per la prevenzione dell'ictus

La parola prevenzione resta sempre quella più efficace. Anche contro l’ictus. Proprio per questo domenica 27 maggio in piazza del Carmine dalle 8,30 alle 13 si terrà una giornata informativa promossa dall’associazione "Alice" (Associazione per la lotta all’ictus cerebrale) che ha dedicato il mese di maggio alla prevenzione di questa importante patologia cerebrovascolare.

Sarà presente anche uno staff del Reparto Neurologia e Stroke Unit dell’Ospedale Brotzu (reparto diretto dal dottor Maurizio Melis), che sarà a disposizione di quanti vorranno sapere se c’è in una persona la predisposizione verso questa malattia, spesso invalidante.

Sarà così possibile eseguire test, avere colloqui informativi, ricevere consigli utili, sapere quali sono i principali fattori di rischio per prevenire, per quanto è possibile, questa patologia. E i numeri testimoniano la drammaticità: ogni anno si registrano circa 200.000 casi in Italia, 4.000 in Sardegna.

Nonostante questi numeri risulta ancora carente l’organizzazione dei sistemi di assistenza, particolarmente in Sardegna dove non è mai stata attivata la rete di assistenza tra i centri per un più tempestivo intervento nelle prime ore dall’insorgenza dei sintomi.

Ecco perché diventano importanti manifestazioni come questa che vogliono promuovere una informazione corretta e aiutare le persone più a rischio. Anche perché, nonostante la gravità di questa patologia (è la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e i tumori), di ictus si parla sempre poco e spesso vengono sottovalutati i principali fattori di rischio (glicemia, colesterolo, fibrillazione atriale).

Giornate come queste, promossa dall’associazione "Alice" e dalla Stroke Unit dell’ospedale Brotzu vogliono essere un segno tangibile per sensibilizzare le persone e per richiamare l’attenzione delle istituzioni su questa realtà che, purtroppo, è rappresentata dall’ictus cerebrale.
Scarica la locandina