Innovativo intervento in chirurgia vascolare

Rivoluzionario intervento di chirurgia vascolare all’ospedale "Brotzu". Ad una paziente, affetta da aneurisma dell’arco aortico e sulla quale non era possibile intervenire in modo tradizionale, è stata impiantata una endoprotesi (progettata e prodotta a Miami da una ditta spagnola).

Si tratta della prima operazione del genere in Sardegna e la quarta nel mondo. L’intervento è stato effettuato da un’equipe mista, composta da medici della Struttura Complessa di Chirurgia Toraco-Vascolare, dottor Stefano Camparini e dottor Luigi Pibiri, e del Servizio di Radiologia Interventistica, dottor Claudio Ganau, coadiuvati da medici della Struttura Complessa di Cardiologia e da personale infermieristico e tecnico particolarmente esperto nelle procedure endovascolari.

L’intervento prevede due fasi: nella prima si procede alla deviazione, mediante by pass, dei vasi del collo sulla carotide destra. Nella seconda fase, si copre l’aorta ascendente e l’arco mediante una endoprotesi dotata di una branca laterale che porta il sangue alla carotide destra e da questa a tutti i vasi del cervello. L’endoprotesi, introdotta attraverso le arterie dell’inguine, copre l’aneurisma e ne evita la rottura.

Si tratta di un intervento meno invasivo rispetto a quello tradizionale ed evita l’apertura delle sterno e la circolazione extracorporea. Attualmente è destinato solo a pazienti che, per una serie di condizioni cliniche, non possono essere operati a torace aperto.