Inaugurata la Banca del Sangue cordonale di Cagliari

La Banca del Sangue cordonale di Cagliari è ora realtà. L’inaugurazione si è svolta nel corso di una breve cerimonia durante la quale sono intervenuti il Presidente della Giunta Regionale Ugo Cappellacci, l’Assessore della Sanità Simona De Francisci, il Direttore Generale dell’Azienda Brotzu Antonio Garau, quello della Asl 8 Emilio Simeone e altre autorità.

Era un appuntamento atteso da tempo e che ora vede il suo decollo definitivo. Grandi le ripercussioni che ci saranno per questa unità che, come è stato sottolineato, diventa un nuovo fiore all’occhiello della sanità sarda ed eviterà tanti viaggi della speranza.

La Banca del Sangue Cordonale di Cagliari, diretta dal dottor Marino Argiolas, è una unità operativa trasfusionale gestita dall’Azienda Ospedaliera "G. Brotzu" e ubicata presso il presidio ospedaliero "Binaghi" della Asl8.

L'utilità della donazione volontaria del sangue cordonale risiede nella sua provata ricchezza di cellule staminali emopoietiche, cellule immature capaci di differenziarsi e costituire le cellule fondamentali del sangue periferico, (globuli rossi, globuli bianchi, piastrine).

Le cellule staminali emopoietiche, trapiantate nei paziente affetti da gravi patologie, hanno la capacità di rigenerare il midollo osseo ed il sistema immunitario.

Il sangue del cordone ombelicale è ormai una valida alternativa al trapianto di midollo osseo e risulta oggi il trattamento elettivo per diverse patologie. «Scopo delle banche di sangue cordonale – spiega il dottor Argiolas - è di aumentare la disponibilità di donatori di cellule staminali emopoietiche per il trapianto (nei casi in cui queste cellule sono indicate) e di ridurre così i tempi di attesa».

È possibile raccogliere il Sangue del Cordone Ombelicale solo presso i punto nascita autorizzati. Il Sangue, una volta raccolto, verrà inviato presso la Banca del Sangue del Cordone Ombelicale di Cagliari, dove saranno eseguiti, sull'unità donata e sui prelievi materni, i controlli previsti dalla legge.

L'unità verrà conservata a -190°C e, se compatibile, consegnata in qualsiasi parte del mondo, qualora un paziente abbia necessita di quella specifica unità.

La Banca del Sangue del Cordone Ombelicale di Cagliari è la prima in Sardegna e la diciannovesima in Italia.