Nuova metodica per pazienti con fibrillazione atriale

Arriva finalmente in Sardegna una nuova metodica per i pazienti con fibrillazione atriale.

Il dottor Gianfranco Tola, aritmologo della Struttura Complessa di Cardiologia del Brotzu diretta dal dottor Maurizio Porcu, ha eseguito per la prima volta in Sardegna una procedura di ablazione della fibrillazione atriale.

L’equipe, composta oltre che dal dottor Tola, dal dottor Paolo Diotallevi di Alessandria e dagli infermieri Ileana Meloni, Emanuele Contu e Ivan Baretta, ha effettuato l’intervento su una paziente di 66 anni ricoverata presso la Cardiologia del Brotzu.

La procedura di alta specializzazione consiste nel praticare una cicatrice elettrica all’interno del cuore con un catetere introdotto con una semplice puntura della vena femorale, in anestesia locale. Con l’ausilio del sofisticato sistema di mappaggio elettrico "Ensite St. Jude", che ricostruisce con estrema perfezione l’interno del cuore, si procede ad effettuare una linea di ablazione che isola il punto dal quale parte la fibrillazione.

In pazienti selezionati l’ablazione della fibrillazione atriale è in grado di risolvere definitivamente l’aritmia in una elevata percentuale di casi, dopo una o due sedute. La procedura viene attualmente eseguita in diversi centri cardiologici di eccellenza della Penisola, ma rappresenta una novità assoluta nella nostra Regione.

Il dottor Tola, giovane cardiologo sardo con consolidata esperienza acquisita in qualificati centri nazionali, ha scelto da circa un anno di rientrare in Sardegna per svolgere la sua attività al Brotzu, mettendo a disposizione dei pazienti dell’Isola la propria professionalità.

Nel corso della seduta elettrofisiologica è stata effettuata, con lo stesso sistema di mappaggio elettrico intracardiaco, l’ablazione di una tachicardia ventricolare in un paziente in lista d’attesa per trapianto cardiaco.

Entrambi gli interventi hanno avuto un ottimo risultato e i pazienti stanno bene. Tali tecniche completano l’intera gamma dell’attività di alta specializzazione della Cardiologia del Brotzu. Si stima che verranno effettuate nel primo anno circa 40 procedure. Lo sviluppo del programma del Brotzu di ablazione con sistema di mappaggio elettrico della fibrillazione atriale e delle tachicardie ventricolari consentirà di poter eseguire in Sardegna interventi per i quali, fino ad ora, era necessario ricorrere a centri di oltre Tirreno.