Al Brotzu un corso sull’impianto dei pacemaker

Si è tenuto presso la Struttura Complessa di Cardiologia del Brotzu un corso intensivo teorico-pratico sull’impianto dei pacemaker di resincronizzazione ventricolare.

Questi dispositivi rappresentano una terapia molto vantaggiosa nello scompenso cardiaco avanzato portando in molti casi ad un notevole miglioramento della funzione cardiaca e ad una importante riduzione dei sintomi.

Al corso hanno partecipato nove cardiologi provenienti da diversi ospedali della Penisola e della Sardegna, che sotto la guida dei cardiologi del Brotzu Achille Giardina, Gianfranco Tola, Barbara Schintu, Agostino Setzu e Claudio Pinna, hanno curato le tecniche di impianto e di ottimizzazione dei pacemaker.

Il corso è stato diretto da Maurizio Porcu, primario della Cardiologia del Brotzu, e dagli esperti della Cardiologia dell’Università di Brescia, Antonio Curnis e Antonio D’Aloia.

Il professor Curnis ha chiuso i lavori con una lettura magistrale sulla terapia di resincronizzazione elettrica del cuore, alla quale hanno partecipato numerosi cardiologi provenienti da tutta l’Isola. L’iniziativa, sponsorizzata da Boston Scientific, afferma il ruolo della Cardiologia del Brotzu come centro di riferimento nazionale nel campo dello scompenso cardiaco e dell’elettrostimolazione.