L’Edema

Avvertenza.

Questo materiale vi fornisce delle informazioni generali e non sostituisce i consigli del medico. Dovete contattare il vostro medico per rivolgergli qualsiasi domanda relativa alla vostra salute, terapia o cura.


Cosa e' l'edema?
Con la parola edema si definisce l'aumento dei liquidi nei piccoli spazi interposti nei tessuti del corpo e di vari organi. L'edema si può manifestare in qualsiasi parte del corpo. La parte del corpo dove si sviluppa l'edema dipende dalla causa che lo determina. Alcuni dei siti più comuni sono:
• I polmoni (edema polmonare);
• L' addome (ascite);
• Le estremità, di solito nelle gambe o, in chi passa gran parte del tempo a letto, nella parte declive del dorso o della regione dell'osso sacro.
L'edema polmonare può essere fatale, mentre l'ascite e l'edema periferico possono provocare fastidio e preoccupazioni estetiche, ma non sono generalmente pericolosi, anche se le cause sottostanti dell'edema possono esserlo.

Che cosa provoca l'edema?
Nella maggior parte dei casi, il processo di formazione dell'edema inizia quando i liquidi passano attraverso la parete dei piccoli vasi (capillari) nei tessuti. Questo passaggio può avvenire a causa: 1) Cambiamenti della pressione dei capillari. 2) Alterazione della parete del capillare a causa di malattia. 3) Per altri fattori.
Di solito, la ritenzione di liquidi in sé non è sufficiente per provocare un edema. Comunque, quando l'organismo rileva che c'è un passaggio di liquido dai capillari allo spazio attorno alla cellula (interstizio), oppure che diminuisce il volume dei liquidi circolanti, attiva i reni affinchè trattengano più sodio ed acqua. Questo meccanismo comporta un aumento del volume dei liquidi che circolano nei vasi sanguigni, che a sua volta, porta ad ulteriore perdita di fluidi dai capillari. Il suddetto circolo vizioso causa un accumulo dei liquidi negli spazi fra le cellule (interstizio) che diventa visibile.

Condizioni associate ad edema
Le cause che possono provocare edema possono essere dovute a malattie diverse, per esempio insufficienza venosa (può causare alterazioni della coagulazione, stasi del sangue agli arti inferiori ed edema), gravidanza, farmaci ed alterazione del sistema linfatico. Altre cause che possono provocare edema sono le malattie renali, l'insufficienza cardiaca e la cirrosi epatica.

Insufficienza venosa
Una causa comune di edema periferico nella pratica clinica è una alterazione delle valvole che impediscono la caduta del sangue dalla parte alta delle vene delle gambe verso il piede. Ciò, oltre a causare inestetismi (gonfiore ai piedi ed alle caviglie) può determinare la coagulazione del sangue che circola rallentato nei distretti venosi superficiali e profonde delle gambe (trombosi venose). Spesso queste alterazioni della circolazione si manifestano in un solo arto, più raramente interessano entrambi gli arti inferiori.

Gravidanza
In gravidanza c'è un aumentata ritenzione di sodio e di acqua che serve per soddisfare le richieste del feto e della placenta; questo aumento del riassorbimento può provocare edema.

Farmaci
L'edema può essere un effetto collaterale di una vasta gamma di farmaci.

Malattia renale
L'edema dovuto alla malattia renale, che causa rigonfiamento delle gambe, del viso e delle palpebre, è causato da un aumento della pressione dei vasi sanguigni che avviene quando i reni non eliminano una normale quantità di sodio e liquidi. I liquidi in eccesso aumentano la pressione sulle pareti dei vasi sanguigni, stabilendo le condizioni per l'edema. Inoltre, i bassi livelli di albumina nel sangue di alcune persone con malattia renale od epatica possono contribuire all'edema (l'albumina esercita un richiamo fisico di liquidi all'interno dei capillare).

Insufficienza cardiaca
Nell'insufficienza cardiaca, chiamata anche insufficienza congestizia, viene danneggiata l'azione di pompa esercitata dal cuore. Può essere interessato il cuore destro, che riceve il sangue dal corpo e lo manda ai polmoni per essere i ossigenato, o può essere interessato il cuore sinistro che manda il sangue ossigenato dai polmoni al resto del corpo.
L'insufficienza cardiaca si sviluppa come risultato d'ipertensione, malattia delle valvole cardiache e malattie coronariche. Nell'insufficienza cardiaca destra, la pressione nel cuore destro aumenta perché il sangue non viene espulso in modo efficiente. La pressione si riflette sui vasi del corpo che portano il sangue al cuore destro, causando frequentemente edema alle gambe ed a volte ascite. Nell'insufficienza cardiaca sinistra, la pressione nel cuore sinistro sale perché il sangue non viene espulso in modo efficiente. L'aumentata pressione si riflette nei grandi vasi sanguigni che connettono la parte sinistra del cuore con i polmoni. Ciò provoca edema nei polmoni, o edema polmonare: il paziente avverte difficoltà nella respirazione in quanto gli alveoli polmonari, sede degli scambi gassosi, vengono occupati da liquidi.

Cirrosi
Nella cirrosi, la congestione nel fegato porta ad un aumento della pressione all'interno dei vasi sanguigni epatici e di conseguenza nei vasi sanguigni che portano al fegato, provocando ascite. Il paziente può avere aumento del volume addominale, così come edema ai piedi o, se il paziente sta sdraiato per la maggior parte della giornata, gonfiore nella parte inferiore della schiena (edema sacrale).

Come si stabiliscono le cause dell'edema?
Il medico ha una serie di strumenti per determinare la probabile causa dell'edema. Per esempio, un attento esame delle gambe delle vene del collo fornisce validi indizi. Con l'auscultazione dei polmoni con un fonendoscopio o guardando una radiografia del torace, il medico può individuare la presenza di liquidi che sono la causa dell'edema polmonare. Gli esami del sangue e delle urine possono dare ulteriori informazioni circa l'interessamento renale o epatico circa la genesi dell'edema.

Come viene curato l'edema?
L'edema polmonare è l'unica forma di edema che può essere fatale e necessita di trattamento immediato. Questo perché l'edema polmonare può interferire con la respirazione. Nella maggior parte dei casi, il trattamento di altre forme di edema può procedere più lentamente.
Il trattamento è diretto alla malattia sottostante, se possibile, con la rimozione dei liquidi in eccesso con diuretici e minimizzando l'ulteriore accumulo di liquidi riducendo l'apporto di sodio ed in alcuni casi di acqua.

Diuretici
I diuretici sono farmaci che agiscono a livello renale eliminando liquidi e sale. Questi devono essere usati con attenzione perché la rimozione dei liquidi diminuisce il volume del sangue circolante. In alcuni pazienti questo può portare ad una diminuzione della pressione sanguigna ed ad altri problemi.
Anche se i diuretici sono benefici in molti tipi di edema, possono non essere appropriati in tutti i casi. In particolare, i diuretici non sono generalmente raccomandati per l'edema provocato dalla gravidanza, dove una certa ritenzione dei fluidi è una condizione normale, o nell'insufficienza venosa (varici alle gambe, ecc. ).

Riduzione del sodio nella dieta
Nella maggior parte dei casi, al paziente viene consigliato di diminuire il sale e i cibi contenenti sodio. Il sodio può far sì che i reni ritengano più liquidi, peggiorando l'edema.

Postura del corpo
L'edema alle gambe può essere migliorato sollevando le gambe e usando calze elastiche che possono aiutare a drenare i liquidi in eccesso.

Altre misure
A seconda della malattia, possono essere usati altri farmaci e interventi. Un giovamento può essere dato dallo stazionamento in acqua o mediante linfodrenaggio.


Dove posso trovare ulteriori informazioni?
Il vostro medico è la persona più indicata per trovare importanti informazioni riguardo il vostro particolare caso. Non tutti i pazienti con edema sono come quelli descritti, ed è importante che la vostra situazione sia valutata da qualcuno che conosce la vostra particolare situazione clinica.