Intervento innovativo in cardiologia

Per la prima volta in Sardegna, è stata eseguita presso la Cardiologia del Brotzu, diretta dal dottor Maurizio Porcu, una procedura di rimozione con estrattori meccanici di due cateteri endocavitari connessi a un defibrillatore. Il sistema era stato impiantato cinque anni prima in una paziente di 76 anni e la rimozione si è resa necessaria a causa di una infezione.

I cateteri elettrostimolatori sono sottili cavi inseriti attraverso grandi vene, posizionati all’interno del cuore e collegati ai pacemaker e ai defibrillatori impiantati sotto la cute del torace.
In situazioni particolari, come nel corso di infezioni o di malfunzionamenti tecnici, si rende necessaria la rimozione del pacemaker (o defibrillatore) e dei cateteri stimolatori.

Nel caso in cui tali cateteri siano stati impiantati da molto tempo, l’estrazione diventa estremamente complessa, a causa di fenomeni di aderenza dei cateteri stessi all’interno del cuore e ai vasi sanguigni che attraversano.

L'intervento è stato eseguito dal dottor Gianfranco Tola, coadiuvato dal dottor Claudio Pinna. Il dottor Tola, giovane cardiologo sassarese recentemente acquisito dallo staff medico della cardiologia del Brotzu, ha perfezionato questa tecnica presso la cardiologia di Alessandria, dove ha eseguito numerose procedure come primo operatore.

Nonostante al Brotzu siano state già effettuate diverse rimozioni di cateteri stimolatori intracardiaci con la tecnica laser ad eccimeri, tutte con l’ausilio di esperti di altri centri, è la prima volta che nella nostra Regione viene eseguita una procedura con il sistema degli estrattori meccanici e con una equipe interamente del Brotzu.

Rispetto alla tecnica laser, la rimozione dei cateteri con estrattori meccanici garantisce, in mani esperte, una probabilità di successo e rischi del tutto simili, ma con costi di circa dieci volte inferiori.

Con 564 procedure complessive nel settore dell’elettrostimolazione la cardiologia del Brotzu si conferma come il centro regionale di riferimento e come uno dei centri nazionali ad alto volume di procedure.

L'effettuazione delle tecniche di estrazione meccanica dei cateteri completa la gamma dei settings assistenziali dell’intero Dipartimento di Patologia Cardiaca diretto dal dottor Valentino Martelli al quale afferisce la Cardiologia con il suo centro di aritmologia, garantendo ai pazienti sardi la possibilità di qualunque trattamento nel campo dell’elettrostimolazione cardiaca.