Curare le allergie da Imenotteri

Le punture di api, vespe e calabroni possono essere molto dolorose ma soprattutto rischiose per soggetti particolarmente predisposti. Esse possono infatti causare reazioni allergiche più o meno gravi che vanno dal gonfiore cutaneo diffuso all’orticaria, dalle difficoltà respiratorie al collasso. Nei casi più gravi può sopraggiungere in pochi minuti la morte per asfissia o arresto cardiaco. Per questo è importante prevenire e curare le allergie causate dalle punture di questi insetti partendo anzitutto da una buona anamnesi. Presso il Centro per la diagnosi e la cura del Veleno da Imenotteri dell’Azienda Ospedaliera G.Brotzu, sono a disposizione metodiche quantitative in grado di affinare in maniera precisa e circostanziata la diagnosi su pazienti a rischio di shock anafilattico.

Unico punto di riferimento specialistico nel panorama sanitario regionale, il Centro si trova presso il Laboratorio Analisi Chimico Cliniche dell’ospedale cagliaritano, dove opera dal 1991. Le visite ambulatoriali sono convenzionate col Sistema Sanitario Nazionale, mentre il vaccino attualmente non è rimborsabile. Previo appuntamento con impegnativa del medico curante i pazienti sono sottoposti ad accurate indagini e se candidati alla vaccinazione vengono raggruppati per effettuare le prove cutanee, nei periodi di febbraio e novembre. Gli esami da eseguire vanno dalla risonanza toracica, all’ecografia, alla visita cardiologia, fino a specifici test ematochimici. Se il risultato dei tests è positivo si inizia la vaccinazione rapida, quotidiana per sei giorni, poi una volta alla settimana ed infine una volta al mese.
L’intervallo fra i vari trattamenti viene prolungato gradualmente fino a raggiungere le dieci settimane al terzo anno e così si prosegue fino al settimo anno.
Terminato il ciclo i pazienti vengono nuovamente sottoposti alle prove cutanee e se negativi si consiglia la sospensione del vaccino. Segue monitoraggio delle IgE specifiche una volta all’anno.

L’immunoterapia o terapia di iposensibilizzazione specifica (I.T.S) è il metodo più sicuro per prevenire i rischi di nuove reazioni allergiche. Si tratta di una terapia largamente studiata e sperimentata, di provata efficacia e sicurezza. In pratica essa consiste nella somministrazione per via sottocutanea di dosi progressivamente crescenti di veleno.
E’ importante che la terapia venga effettuata presso centri allergologici specializzati e da personale qualificato, in grado di affrontare le eventuali reazioni indesiderate.
La terapia di iposensibilizzazione è in grado di proteggere il paziente dalla comparsa di reazioni generalizzate e gravi in modo quasi totale, tanto da essere considerata un vero e proprio salva vita.